Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalita` e per inviarti pubblicita` e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all`uso dei Cookie?

HIFIGHT'S BLOG

Pensieri, Parole, Opere e... Recensioni

Il nostro cliente Fabio Fabris ha provato e recensito il nuovo sistema 2.1 di EDIFIER. Scopri com'è andata!

 

CLICCA & SCOPRI

 EDIFIER LUNA ECLIPSE

 


 

Confesso di aver avuto una certa difficoltà nello scrivere questa recensione.

Da piccolo, a scuola, ci insegnavano che quando dovevamo fare un tema, lo si scriveva in tre parti.

La prima, l’introduzione, serviva, appunto, per introdurre l’ argomento del quale si doveva scrivere, seguiva quindi lo svolgimento, la parte più lunga, che fosse il commento di un avvenimento o di un testo di storia o la descrizione di un quadro.

Alla fine, dopo aver tentato di scrivere il più possibile, si arrivava al finale, che doveva in poche frasi, concludere degnamente il tema. La conclusione del tema doveva se possibile essere anche un poco ad effetto.                                             
Io normalmente  scrivo così, quindi se devo parlare di un diffusore, in genere nell'introduzione descrivo il marchio, la storia, i prodotti più significativi, per poi parlare dell’oggetto della recensione.

Ma questa volta non è stato possibile, di questo marchio non conoscevo nulla, non ne avevo mai sentito parlare.

E' quindi saltata l’introduzione, porca miseria!

 

 CLICCA & SCOPRI IL MARCHIO EDIFIER!


 

Circa un anno fa chiesi a Simone, rappresentante ed amico della ditta Hifight di Rubano di consigliarmi dei diffusori per computer o anche per migliorare l’audio dei televisori (che normalmente hanno un audio disastroso) e se possibile bluetooth per dispositivi mobili.

Mi consigliò, con un certo entusiasmo, i diffusori  EDIFIER, modello Luna Eclipse.

L’imballo denunciava da subito l'estrema cura del prodotto, quasi da Apple. Cavi dorati, panno per la pulizia, libretto di istruzioni, ma soprattutto due “oggetti “ splendidamente costruiti e rifiniti.

Tweeter da 19 mm un woofer anteriore, due woofer passivi, crossover elettronico, due amplificatori in ogni cassa, uno per ogni altoparlante, DSP, telecomando, comandi a sfioramento sul diffusore per accensione, spegnimento e volume. Ingresso Jack 3.5 e bluetooth.

Per non parlare del suono: Assolutamente incredibile.

Sono diventati dei diffusori di riferimento. Nonostante le dimensioni, e comunque anche grazie a queste, l’immagine ha qualcosa di impressionante per ampiezza e dettaglio, con una gamma media che non da perplessità per trasparenza e coerenza.

La gamma medio bassa c’è tutta, la voce di De Andrè è profonda, articolata, quasi perfetta. Se non si esagera col volume, unico e ovvio limite, anche le basse frequenze sono pulite e di buon livello.

Il collegamento con dispositivi bluetooth è immediato pur non arrivando alla qualità che si ottiene tramite connettore 3,5. In questa maniera, collegate direttamente
all'uscita di un buon lettore CD, si fa fatica ad immaginare che simile qualità esca da un oggetto alto 20 cm.

 


Per rendermi felice in questi giorni Simone mi ha anche fatto avere in negozio il nuovo sistema EDIFIER, il LUNA ECLIPSE 2.1 con ingresso ottico e Subwoofer dedicato e supporto THX.

Sempre ottimo imballo, con accessori di eccellente qualità. Esteticamente il Sub ricorda un modello di un noto marchio inglese.

Stona forse solo un poco la base sulla quale poggia la sfera Subwoofer,  dove campeggia la scritta THX, in plastica grigia.

Il Subwoofer è equipaggiato con ben due Woofer da 21 cm, con sospensione in gomma, e l'oggetto è ben pesante, e l’impressione generale è di un prodotto curassimo sotto tutti i punti di vista.  Si tratta quindi di un Sub “vero“ non uno dei tanti oggettini da computer di mediocre qualità.

Non ci sono comandi, solo la necessità di collegarlo alla presa di corrente e posizionarlo con un minimo di attenzione e, a mio parere, di metterlo bene in vista.

Troppo bello per nasconderlo dietro alla poltrona!

I satelliti sono ovviamente identici alla  versione tradizionale, il telecomando invece si presenta più completo, con  tre impostazioni sonore denominate THX, 3D e MUSIC, il volume generale e quello per il sub.

 

 

Posso dire che anche il telecomando ha forme e finitura di ottimo design.
Il collegamento tra i satelliti e il sub è wireless e in pochi minuti il sistema è pronto a suonare, sia con musica tramite l’Apple TV, sia come audio di un lettore blue-ray. Onestamente avrei poco da dire e molto da far sentire, visto che la resa va ben oltre le aspettative. L’apporto del sub è determinante, poiché i satelliti, esentati dal riprodurre le basse frequenze, aumentano ulteriormente di trasparenza e dettaglio, con un risultato francamente piuttosto impressionante.

Il sub, dopo alcuni tentativi di posizionamento e regolazione del volume, offre una prestazione straordinaria per impatto, risposta in frequenza e precisione.

 


 

Modalità di funzionamento da telecomando MUSIC. Il contrabbasso del brano "You Look Good To Me" dal magnifico "We Get Requests" di "Oscar Peterson" (una follia, disco LP originale Verve del 1964 , giradischi Rega, preamplificatore Phono Creek e ingresso 3.5 delle Luna) è bellissimo, completo e godibilissimo.

Cambiando completamente genere, modalità 3D "Erpland" degli "Ozric Tentacles" del 1990 sembra costruito per questo genere, ritmo, altissime frequenze,
effetti, oltre ad una fantastica registrazione.

L’immagine stereo va molto, molto oltre le dimensioni fisiche dei piccoli diffusori, con una ampiezza tale da sfiorare i 180 gradi. Il sub in posizione centrale sembra quasi non avere limiti e anche a volumi elevati non si comprime o scompone e, cosa abbastanza rara, si amalgama alla perfezione con gli altoparlanti laterali.  

Modalità THX, Guerre Stellari e Oblivion.

Quest’ultimo, un ottimo film di fantascienza con una stupenda colonna sonora. Posizionati i diffusori laterali paralleli e lontani dalla parete di fondo il sistema riempie l’ambiente con un coinvolgimento quasi cinematografico e una scena ampia, voluminosa, spettacolare.

La configurazione THX espande quasi alle spalle l’arrivo degli incrociatori stellari di Star Wars e il volo degli X-Wing. Notevole, veramente notevole.

 

 


 

Mi manca il finale: 500 euro per il sistema completo.

Il prezzo di mezzo iPhone 7.

18 kg di soddisfazione a lunga durata, 10 altoparlanti, 5 amplificatori, un suono assolutamente straordinario.

Certo, non lo potrete portare in tram e esibirlo sperando nell' invidia di qualcuno, non vi potrete fare i selfie e neppure scrivere mi piace (mi rendo conto del grosso problema) su Facebook, ma se volete un sistema di altissima qualità, se la musica è più importante di un mi piace, se siete appassionati di film, se non vedete l’ora
di risolvere gli enigmi dell’ultimo video game… beh, credo abbiate trovato quello che cercate, e tanti saluti all'ultima app, tanto nei selfie si viene fuori sempre male!

Fabio Fabris

  


 

CONTATTACI & SCOPRI DOVE ACQUISTARE EDIFIER LUNA ECLIPSE

 

Dopo una lunga attesa stamattina è arrivata in azienda la prima coppia di Dynaudio XEO 2, i premiatissimi nuovi diffusori digitali attivi del marchio danese.

In questo post potrete leggere e vedere le nostre impressioni generali nella fase di unboxing del prodotto e durante il primo test di ascolto.

 

 

Clicca e scopri i dettagli di DYNAUDIO XEO 2!

 


I diffusori si presentano in un unico imballo, con una copertura raffigurante accattivanti grafiche Dynaudio ed ambienti di utilizzo.

Una volta sfilata la copertura, saltano subito all'occhio il robusto cartone con cui è costruita la scatola ed il sigillo di garanzia Dynaudio, che certifica l'originalità del prodotto.

Per poter aprire la confezione è necessario strappare la fascia centrale superiore del pacco, utilizzando le apposite linguette. Grazie a questo tipo di chiusura avrete sempre la certezza che il vostro prodotto non è mai stato aperto in precedenza!

 

 


 

Una volta aperta la scatola troviamo ben disposti in bella vista tutti i cavi in dotazione, che sono ben 7, tutti singolarmente imballati: una coppia di cavi di alimentazione con presa europea e una coppia con presa americana, tutti da ben 2,5 m di lunghezza, dettaglio che facilita il collegamento ed il posizionamento inambiente. Troviamo poi in dotazione un cavo ottico, un cavo Jack stereo - RCA stereo ed un cavo Aux.

Oltre al cablaggio è fornito in dotazione il comodo e bellissimo telecomando completo di batterie, per comandare le varie funzioni di connessione e controllo del volume dei diffusori. Siamo rimasti molto colpiti dal design, dalla comodità, dai materiali e dalle mortadella dei tasti di questo telecomando. Meriterebbe da solo 5 stelle. Forse il migliore che abbiamo tenuto in mano in questo anni.

Molto apprezzabile è la brochure di TIDAL (la più vasta libreria di musica in qualità Hi-Fi disponibile per lo streaming) che include di un codice di attivazione omaggio valido per usufruire di 3 mesi di abbonamento Premium dell'applicazione. Solo questo piccolo omaggio ha un valore commerciale di ben 60€! D'altro canto è prorogo con sistemi di altissima qualità come questo che si può apprezzare l'alta risoluzione e quindi un plauso al marchio danese per aver pensato a questa piccola gradita sorpresa, volta a far conoscere ad apprezzare l'alta qualità/risoluzione musicale.

Ultimo ma non meno importante il manuale di istruzioni, che vi permetterà di comprendere le varie funzioni del sistema Xeo 2 per poterlo utilizzare al meglio.

 

 

 


 

Una volta rimossa la parte superiore dell'imballaggio, ecco che si possono finalmente vedere i diffusori e le griglie di protezione. Ogni altoparlante è confezionato separatamente e protetto con una singola busta di plastica morbida e trasparente.

Una volta estratti i diffusori procediamo ed eliminati e primi strati di cellophane protettivo procediamo a rimuovere la plastica arancione di protezione per il Tweeter, utilizzata per evitare di rovinarne le cupole. Anche qui si nota la cura maniacale per i dettagli e per l'esperienza utente.

A primo impatto visivo e tattile si capisce immediatamente la qualità costruttiva danese e la precisione unica nei dettagli tipica di Dynaudio.

I diffusori sono piccoli e solidi, facili da maneggiare e da installare nell'ambiente.

Le griglie si posizionano in modo molto facile, semplicemente avvicinandole al diffusore, grazie al sistema di fissaggio magnetico. Le basi in morbida gomma antiscivolo, a loro volta facilmente sganciabili, rendono i diffusori ben stabili e fermi una volta posizionati.

Nessun particolare sembra sottovalutato o lasciato al caso, addirittura la qualità dell'imballo, veramente ottima, rende il trasporto dei diffusori perfettamente sicuro per innumerevoli viaggi o spostamenti : non gettate gli imballi!

 

 

 


 

CONNESSIONE E TEST DI ASCOLTO

Dopo aver regolato i vari settaggi che si trovano nel pannello posteriore, su cui torneremo, e aver collegato i cavi di alimentazione, finalmente abbiamo acceso i diffusori.

Lo stato del diffusore si può vedere tramite led situati nello spigolo in alto a sinistra di ogni diffusore. Una volta attivata la modalità Bluetooth (facilmente tramite il telecomando o utilizzando i tasti a sfioramento presenti nel pannello superiore di ogni altoparlante) i diffusori vengono rilevati immediatamente dalla sorgente. In questo specifico caso abbiamo utilizzato un Notebook Dell ed un iPhone per provare i diffusori : mondi diversi, medesimo risultato.

Una volta connessi, vi basterà semplicemente far partire la vostra musica e regolare il volume per poter godere di questi gioielli tecnologici acustici.

La semplicità di utilizzo e connessione è straordinaria, ma lo è soprattutto il suono: qualsiasi media riproducano, il suono è preciso e lineare, la dinamica eccellente e la resa nei bassi  strabiliante per un diffusore di così piccole dimensioni; anche a volume basso vantano una presenza eccezionale - e in questo si differenziano da qualunque soluzione economica o dalle grandi ma vacue promesse.

Detaglio interessante : ogni diffusore funge da ricevitore per il telecomando, ed il raggio di copertura del segnale è molto ampio.

Il comando del volume è molto preciso, e lasciandosi prendere un po' la mano si resta facilmente impressionati dall'eccezionale pressione acustica che sono in grado di produrre, merito sia dei componenti di alta qualità che dei potenti amplificatori da 130 watt per diffusore. E scusate se è poco...

 

 


 

 PRIME CONCLUSIONI

I diffusori XEO 2 ci hanno veramente colpiti, sia per la qualità costruttiva che per il livello di prestazione e la semplicità di collegamento.

Si confermano essere la scelta migliore per giovani ed appassionati di musica digitale, grazie al DSP, alle molteplici connessioni e ai convertitori studiati appositamente per la musica digitale ad alta qualità.

Inoltre le piccole dimensioni li rendono adatti per qualsiasi applicazione, anche laddove gli spazi sono molto ridotti.

 

 

Clicca e scopri dove acquistare DYNAUDIO XEO 2!

Post su Twitter

From Facebook
HIFIGHT Meravigliose, per diffondere la musica con grande eleganza https://t.co/kpUF8NNrij
Lunedì, 16 Gennaio 2017 21:29
From Facebook
HIFIGHT Anche MOGUAI, uno dei più noti produttori nel mondo della musica elettronica ha scelto KEF LS50 e X300A come... https://t.co/1JClzhW5DA
Venerdì, 13 Gennaio 2017 11:43
From Facebook
HIFIGHT Finalmente svelato ed inaugurato il nuovo centro di ricerca e sviluppo Dynaudio in Danimarca. Assolutamente... https://t.co/9h0w65TqvM
Venerdì, 06 Gennaio 2017 09:47

Post su Facebook