HEGEL H390 – Amplificatore Integrato High End

6.490,00

Disponibilità Immediata

L’Hegel H390 è uno dei migliori e più versatili amplificatori integrati al mondo. Vincitore del premio EISA come miglior integrato HighEnd e del Hi-Fi+ Award come migliore amplificatore integrato con DAC. Un prodotto fuori dagli schemi che offre prestazioni audio e funzionalità di altissimo livello ad un prezzo incredibile. H390 porta in dote un suono raffinato, grande dinamica, una trasparenza da riferimento, un controllo assoluto del diffusore, una estrema versatilità e piena aggiornabilità Over The Air. Scopri la potenza, l’equilibrio musicale e comodi servizi come Apple AirPlay, Spotify, Tidal etc.

Hegel H390 amplificatore da 500W per la musica liquida!

Hegel H390 è un amplificatore ingrato decisamente ribelle. Offre prestazioni audio e funzionalità presenti solo nel integrato HiFi Top di Gamma H590 – uno dei migliori integrati ad ogni livello di prezzo – ad un prezzo sbalorditivo per le performance raggiunte.
E’ un ribelle perché offre in un unico corpo, appunto un amplificatore “integrato”, prestazioni e musicalità a cui altri produttori riescono ad avvicinarsi solo accostando due o addirittura tre diversi prodotti di fascia alta come DAC, preamplificatore e finale di potenza. H390 è un amplificatore di riferimento, che fornisce un suono di classe mondiale, una potenza sbalorditiva e servizi e funzionalità sia per utenti  avanzati che per il resto della famiglia – come Apple AirPlay o Spotify. Il tutto viene offerto, da Hegel, in un unico corpo macchina minimale e ad un prezzo straordinario per la potenza, la versatilità e la raffinatezza in gioco. H390 è per chi cerca vere prestazioni audiofile, non per chi cerca il vezzo di blasoni morenti e prestazioni annacquate.

Hegel H390 è immediato vincitore di straordinari riconoscimenti come “Best in show” in diverse manifestazioni, premio EISA come miglior amplificatore integrato e molti altri.

Il Robin Hood degli Amplificatori

Chiamare il modello H390 “Robin Hood” potrebbe sembrare un pò audace considerando che non si tratta di un prodotto economico. Risulta invece una scelta azzeccata nel momento in cui si guarda all’amplificatore integrato di casa Hegel come ad un ribelle contro l’establishment. H390 è un riferimento assoluto perchè offre una straordinaria risoluzione e la qualità musicale tipica dei prodotti esoterici ad un prezzo inaspettato. Inoltre questo rivoluzionario integrato HiFi si offre con la massima capacità musicale ma senza alcun tentativo di costringere gli utilizzatori ad una interfaccia proprietaria e pre-definita. Inoltre Hegel H390 rappresenta l’avanguardia nella ricerca di Hegel volta a far sì che anche le fonti mainstream come Apple Music o Spotify suonino al meglio. L’attenzione non è posta quindi solo sulle sorgenti ultra HD da audiofili. Questo dimostra come l’H390 non sia destinato esclusivamente ad un ristretto pubblico di amatori (che ne godrà infinitamente) ma anche al divertimento di tutta la famiglia.

SoundEngine 2

Il cuore dell’amplificatore integrato è la sezione SoundEngine 2, l’area di amplificazione pura brevettata da Hegel, che funziona similarmente ad un set di cuffie con la cancellazione del rumore. Un algoritmo interno campiona ciò che “entra” nell’amplificatore e lo confronta con ciò che fuoriesce calcolando quindi la differenza (distorsione) ed aggiungendola alla musica (in fase inversa). Il risultato è che, senza alcun ritardo temporale, il SoundEngine cancella praticamente ogni errore o artefatto creatosi nell’elaborazione e amplificazione lasciando esclusivamente il suono più musicale che si possa sperimentare. L’intera gamma di amplificatori Hegel equipaggia SoundEngine, ora alla sua seconda e più raffinata implementazione. Se sempre più costruttori di diffusori (Kef, Dynaudio, Harbet, Magico..) raccomandano Hegel come riferimento molto del merito va proprio a questo fenomenale algoritmo.

Hegel - SoundEngine

Gestione del segnale digitale 

Hegel progetta da zero sia le sezioni analogiche che quelle digitali. La sezione digitale dell’H390 è unica nel suo genere. Indipendentemente dal tipo o dall’ingresso selezionato, il segnale musicale rimane invariato. E’ quello che viene chiamato “un perfetto convertitore DAC“. Questo è il digitale nella sua forma più pura.

Per chi vuole approfondire: Hegel ha sviluppato ed utilizza un Clock digitale che segue esattamente la frequenza di campionamento nativa delle registrazioni ed effettua il Down-Clock in caso di files a bassa risoluzione. Per i non tecnologici vuol dire che il risultato sarà un suono naturale con scena sonora e realismo incredibili.

Airplay, UPnP, Crestron, Control4, DSD, MQA…

L’H390 è una bestia digitale e compatibile con Apple AirPlay e tutte le forme di streaming tramite UPnP. Sono previsti poi aggiornamenti gratuiti ai servizi come Spotify Connect, IP Control, Control4. Supporta la maggior parte dei formati audio come DSD e MQA. Tutti gli ingressi sono configurabili per il bypass del volume in modo da poter integrare l’amplificatore in un sistema Home Theater o in una soluzione multiroom. Con l’H390 le possibilità sono davvero infinite.

Funzionalità dell’integrato

Hegel H390 condivide la piattaforma di streaming con H190 ed H590. I vantaggi sono una straordinaria stabilità, velocità e versatilità. H390 sarà sempre inoltre aggiornabile quando nuove funzionalità saranno introdotte sulla piattaforma.
Pensa a miglioramenti del protocollo Airplay, ad aggiornamenti che potrebbero migliorare ulteriormente la qualità del suono su Ethernet, o nuove funzionalità. Insomma, la nuova piattaforma porta in dote la continua aggiornabilità del sistema. Cosa potresti mai volere di più? L’H390 supporta anche gli aggiornamenti OTA diretti via internet, come l’H590. Ciò significa che è possibile aggiornare tramite il menu, senza più le vecchie care penne USB! (Nota: questa funzionalità diventa disponibile anche nell’H190 dopo aver installato l’aggiornamento v.20)

Il DAC è una versione semplificata di quello equipaggiato dal “mostro” H590. Parliamo di un DAC di livello estremo. Tutti gli ingressi sono configurabili per essere a livello variabile o fisso.

Il guadagno all’uscita line-out è aumentato: poiché gli amplificatori Hegel hanno un alto guadagno, alcuni utenti hanno trovato difficile l’integrazione con alcuni subwoofer. L’H390 ha un guadagno maggiore sul pre-out rispetto ad altri amplificatori Hegel.

Volume USB: tramite il menu è possibile aprire quello che chiamiamo volume USB. Ciò significa che il dispositivo USB collegato controllerà a distanza il volume dell’H390. (Nota : Questo è possibile anche sull’H590). Molti lettori multimediali oggi consentono questa funzione.

Dal menu è possibile vedere l’indirizzo IP di Hegel H390. Dato che Mac ha rimosso il programma Bonjour, Hegel ha reso possibile vedere l’indirizzo dell’integrato direttamente dal menu. Ciò consente di accedere alla home page dell’amplificatore e personalizzare le impostazioni.

Effettuare streaming direttamente verso H390 utilizzando Smartphone o Tablet è molto facile. Collegato alla rete domestica, l’H390 sarà disponibile quale DMR (render) verso il quale inviare contenuti musicali attraverso il protocollo AirPlay (nel caso utilizzi prodotti Apple) o DLNA (UPnP) in caso di Android / Windows.

Al fine di ottenere il massimo delle prestazioni in termini qualitativi e funzionali è possibile utilizzare rodate e valide App come MConnect HD: attraverso l’App (6,99€ sugli store: qui al link Apple o Google) si potranno abbinare gli account Tidal o Qobuz ed inviare e gestire la sua musica preferita con il massimo della qualità disponibile (anche alla massima risoluzione 24/192). Non solo, potrà leggere file da NAS, ascoltare le Internet Radio con VTuner (incluso) e Deezer.

Hegel è partner certificato MConnect quindi attraverso l’App il segnale musicale viene inviato dal server direttamente all’H390 rendendo lo smartphone un semplice telecomando. Nel dettaglio la MConnect gestisce file HD 24/192, file con codifica MQA nativa e DSD.

“Il risultato è incredibile. Non è semplicemente un aggiornamento del modello H360. Ascoltando il nuovo Hegel H390, il predecessore sembra rotto.

…il risultato è incredibile.

…uno dei migliori integrati che il denaro possa comprare”

Recensione Hi-Fi+ – AWARD WINNER 2019

L’amplificatore ideale per integrazione

Tutti gli integrati Hegel sono ufficialmente certificati Control4. Ciò significa che qualsiasi installatore Control4 può ora integrare Hegel molto facilmente in una casa intelligente ed in ogni applicazione di Home Automation. Control4 è oggi il principale sistema di controllo domestico intelligente al mondo e questo fa di Hegel la scelta perfetto per chi desidera coniugare grande qualità musicale ed uno stile di vita connesso e moderno.

Hegel è l’unico produttore di elettroniche HiFi ad alte prestazioni realmente controllabile via IP e integrabile in piena sicurezza. E, per quanto ne sappiamo, l’unico al mondo in cui viene integrato il software Control4.

Con H390 un impianto da audiofili diventa un impianto smart. E un ‘installazione domotica diventa un sofisticato progetto audio per il 21 esimo secolo.

Un altro gigante dell’automazione e della domotica di altissimo livello è Crestron. Gli amplificatori integrati di alto livello Hegel H120, H190, H390 e H590 vengono dotati di driver Crestron – disponibili anche sull’App Store Crestron.

Installazione di alto livello con Crestron o Control4? Progetto audiovideo di fascia alta? Con Hegel avrai vita facile ed una qualità di livello estremo per musica e film.

Funzionalità attive su Roon

Hegel sta lavorando nel 2021 sul rilascio della formale approvazione Roon. Non appena sarà disponibile un update H390 si aggiornerà “over the air”.
Hegel non si accontenta di acquistare da terze parti – come la maggior parte dei produttori – i driver e il codice necessario alla piena codifica Roon. Pretende il massimo in termini qualitativi ed è responsabile della totale creazione dell’interfacciamento verso Roon.
Anche in assenza di compatibilità certificata comunque, già oggi Hegel è utilizzabile con Roon via USB o AirPlay.
Se connesso in USB, Roon funge da Player ed Hegel da DMR sfruttando tutte le funzionalità e qualità di Roon ad eccezione del RAAT (che prevede implementazione interna). Nei modelli H390 e H590 è possibile disabilitare il controllo di volume USB e gestire il livello direttamente da Roon (o da Audirvana etc) evitando compressioni dinamiche – https://youtu.be/p4L090KOfgM –
Attualmente quindi è già possibile sfruttare le funzionalità della piattaforma Roon. A certificazione approvata, si avrà la possibilità di sfruttare ANCHE la tecnologia RAAT.  Se il pieno utilizzo di Roon viene giudicato assolutamente necessario, al momento si possono utilizzare un DAC/Streamer esterni Roon Certified utilizzando poi, comunque, il DAC interno HEGEL (responsabile della qualità musicale finale).
Nota: Roon è perfetto in merito a funzionalità e qualità. Hegel è ai vertici per qualità complessiva: musicale – pilotaggio diffusori – naturalezza e realismo del palcoscenico sonoro: raccomandiamo che siano queste le priorità nella scelta e, solo a seguire, le funzionalità di strumenti come Roon.

H390, un suono dinamico, trasparente, ampio

Il nuovo Hegel H390 è … completamente nuovo. Pensato per spostare l’asticella rispetto alle performance del già ottimo H360, il nuovo integrato norvegese presenta circuiti completamente nuovi : tutto è stato migliorato sull’H390. La voce e la timbrica degli amplificatori è, come sempre, nel design analogico. Hegel ha portato l’H390 un po’ più lontano rispetto all’H360. E’ più fluido e ha più autorità. Si muove nella direzione dell’ H590, senza arrivarci ma tenendola nel mirino 😉

Una interessante novità è che tutti gli ingressi digitali dell’H390 vengono instradati attraverso il DSP USB. Ciò consente il supporto MQA e DSD su Spdif e riduce ulteriormente il jitter.

Il bello di lavorare nell’industria musicale se ti chiami Hegel? Ogni volta che realizzano un nuovo amplificatore, scoprono cose nuove. Su H390 la parola è “down-clock“. Cosa significa, cosa porta?  Semplice, che minimizzano il rumore, riducendo il clock di sistema di determinati circuiti, ogni volta che è possibile. L’effetto è sorprendente e potrebbe sembrare quasi un “marketing scadente” poiché significa che si sta riducendo la potenza di calcolo (clock).  Per fortuna si possono misurare i miglioramenti anche attraverso test di ascolto ed il risultato all’orecchio è in questo caso inaspettato e… abbastanza straordinario.

Hegel con H390 ha vinto (ancora) l’ennesimo premio EISA come miglior integrato High End 2019-20. Il risultato parla da solo.

“Hegel l’ha chiamato Robin Hood perché prende i punti di forza dai migliori prodotti del marchio norvegese e li rende accessibili ad un prezzo inferiore”

Comprovata compatibilità e abbinamenti di successo

H390 è un amplificatore HiFi perfetto per pilotare diffusori di prestigio come Kef Reference 1 o Dynaudio Contour 30 o ancora le Dynaudio Confidence 20.

I diffusori britannici Kef sono perfettamente pilotati, secondo classi di potenza e dimensione, da tutte le elettroniche Hegel. In tutto il mondo il Brand Ambassador KeE Sir. Johan Coorg dimostra le novità di Maidstone abbinate ad elettroniche di Oslo.

Poco più in basso sulla mappa geografica, il prestigioso brand danese Dynaudio dimostra con grande frequenza i migliori diffusori del mondo abbinandoli ad elettroniche Hegel. Le nuove incredibili Confidence sono in dimostrazione in tutto il mondo abbinate all’integrato (si avete letto bene) H590.

Hegel H390 in breve

L’H390 è un amplificatore integrato di alto livello e, secondo le opinioni e recensioni reperibili in rete, fra i migliori assoluti del mercato e difficilmente battibile se non spendendo molto di più (ma a quel punto l’avversario diventa l’H590). Grande attenzione è stata posta in ogni fase della progettazione. Dalla selezione dei componenti all’utilizzo delle migliori tecnologie,  alla “ben nota esperienza” degli ingegneri norvegesi nulla è stato lasciato al caso. L’Hegel H390 è stato pensato e costruito partendo dalle richieste dei fedelissimi clienti che hanno permesso di capire esattamente cosa vuole chi cerca una macchina musicale di questo livello: un sistema HiFi raffinato al quale poter collegare tutto ciò che si desidera.

Hegel l’ha chiamato Robin Hood perchè prende i punti di forza dal migliori prodotti del marchio norvegese e li offre ad un prezzo inferiore.

Hegel H390 vs Krell K-300i vs Mark Levinson N° 5805

Alcuni estratti della recensione fatta da Hi-Fi Critic durante un test di confronto:

“L’amplificazione dell’H390 è simile a quella usata al modello superiore Hegel H590. Questo stabilisce un netto taglio al passato (H360) tranne nel circuito di alimentazione che resta invece invariato. La potenza erogata si avvicina molto all’ammiragli di casa Hegel capace di 250W per canale in 8 ohm e 490W in 4 ohm. Il modello H390 si basa sul Sound Engine 2, brevetto dell’azienda norvegese, che “correla” l’ingresso con l’uscita e sottrae le differenze per sopprimere la maggior parte delle distorsioni.”

“A conferma del motto “Master & Commander”, Hegel asserisce che il Top di Gamma H590 è un Maestro di Musicalità e Comandante per qualsiasi tipologia di diffusori: certamente lo è anche il nuovo Junior H390, che include al suo interno grande parte del DNA del H590, scalato solo nella sezione di alimentazione. È potente, veloce, completo di ogni dettaglio e con bassi tali da competere con il Mark Levinson e la velocità ed agilità del Krell K-300i, sia utilizzato con ingressi analogici, con ingressi nel dominio digitale come l’USB o utilizzato semplicemente, ma incredibilmente capace, quale amplificatore /Streamer.”

“Tutti e tre gli amplificatori in questo test sono allettanti acquisti, e ognuno offre un ottimo rapporto qualità-prezzo. Tuttavia l’Hegel H390 si distingue non solo sul rapporto qualità-prezzo, ma sulle prestazioni complessive. Inoltre è l’amplificatore più conveniente in questa fascia alta gruppo. Lo slogan di Hegel “temuto dai ricchi, amato dai poveri”, trattandosi di  6500,00 euro non è propriamente un prezzo per tutti, – ma il risultato musicale è effettivamente sbalorditivo.”

Suggerimento: corrente AC filtrata

Nelle catene di ascolto HiFi i vari dispositivi devono essere coerenti tra loro per avere il massimo risultato. Amplificatori ed elettroniche delicate dovrebbero sempre essere alimentati con corrente elettrica possibilmente controllata e filtrata. Ogni rumore indotto da sbalzi nella rete di casa o nella macro area abitativa si riflette in oscillazioni del voltaggio – anche importanti e dannose per l’apparecchio – che nel migliore dei casi vanno a danno del piacere d’ascolto e delle prestazioni assolute dei nostri apparecchi. Raccomandiamo caldamente, con amplificatori ed elettroniche audio di discreto o buon livello, l’utilizzo di cavi di corrente schermati e di ciabatte di alimentazione di buona qualità. Questi migliorano durata e prestazioni dei dispositivi collegati e anche del resto degli apparecchi di casa poiché non sono filtrano disturbi e scariche ma, simmetricamente, non ne emettono. Anche isolatori elettrici toroidali per HiFi sono consigliati per ottenere il massimo in termine di ascolto e di sicurezza.

SPECIFICHE TECNICHE

Power Output
2 x 250 W in 8 ohms, Dual Mono

Minimum Load
2 Ohms

Analog Inputs
1 x Balanced (XLR), 2 x Unbalanced (RCA)

Digital Inputs
1 x Coaxial (BNC) S/PDIF, 1 x Coaxial (RCA) S/PDIF
3 x OpticalS/PDIF, 1 USB, 1 x Network

Digital Outputs
1 x Coaxial (BNC) S/PDIF

Line Level Output
1 x Unbalanced Fixed (RCA), 1 x Unbalanced Variable (RCA)

MQA Supported Inputs
USB, BNC, Optical and Coaxial

Frquency Response
5 Hz-180 kHz

Signal-to-noise Ratio
More than 100 dB

Crosstalk
Less than -100 dB

Distortion
Less than 0.005% @50 W 8 Ohms 1 kHz

Intermodulation
Less than 0.01% (19kHz + 20 kHz)

Damping factor
More than 4000@ (main power output stage)

Dimensioni-Peso
14,5 cm x 43 cm x 44 cm (HxWxD) – 20 Kg

Special Features
Set Startup Volume
Set Max Volume
Software upgradable
Configure all inputs as fixed level input
IP control
Apple AirPlay
Spotify
MQA
SoundEngine2

Forse cercavi questi...

preloader