Unison Unico Primo – Amplificatore integrato stereo da 80W

2.150,00

Seleziona una variabile per conoscere la data di consegna stimata

Unison Unico Primo è l’amplificatore integrato ibrido in classe A da 80 Watt dell’azienda trevigiana, leader nella sua categoria. Il suo elegante design moderno ma allo stesso tempo artigianale racchiude innovazioni tecnologiche e grande qualità di progettazione. Si tratta di un’elettronica con topologia circuitale ibrida, che vanta una valvola ECC83 nello stadio di ingresso e un MOSFET in classe A Dinamica nella sezione di uscita.

Unison Unico Primo: esempio di stile e desing italiano

Unison Unico Primo è l’amplificatore stereo integrato da 80W entry-level della nota linea Unico a circuiti ibridi. La sua solida costruzione, l’attenta selezione dei materiali e dei componenti, un maniacale assemblaggio, il tutto unito ad un’eleganza spiazzante grazie a due speciali finiture e proporzioni perfette, fanno parte di un approccio tradizionalmente artigianale, in grado di riflettere ancora oggi le origini dell’azienda trevigiana.

La qualità della progettazione di questo amplificatore e le innovazioni tecnologiche contenute nei design di tutti gli integrati della serie Unico sono universalmente apprezzate e riconosciute.

Concentrando tutte l’esperienza, le conoscenze ma anche tutta l’ambizione, consueta dei produttori italiani, Unison Research ha creato un amplificatore compatto da 80W in classe A che racchiude tutta la tecnologia e la passione tipiche solo di un prodotto di punta.

“Unison Unico Primo cerca di sedurre e ci riesce alla grande con il plus di una grande flessibilità in termini di compatibilità con gli altoparlanti.”

Una sintesi altamente musicale del meglio dei due mondi

Unison Unico Primo si può definire come un incredibile concentrato di molti dei concetti e delle tecnologie che più affascinano gli appassionati del suono. Questo amplificatore esemplifica magistralmente il pensiero di un marchio per il quale il purismo in ogni ambito, non solo nel suono, è poco meno di uno stile di vita inscritto nel DNA. Confrontato con gli altri modelli del brand italiano, Unico Primo è un amplificatore integrato stereofonico apparentemente con poche pretese, ma allo stesso tempo, con un obiettivo molto chiaro: rendere disponibile ad un maggior numero di utenti la leggendaria musicalità delle produzioni valvolari del marchio trevigiano.

Unison Unico Primo, con i suoi 80 Watt in uscita, è dotato di tutta la potenza che ti aspetteresti da un’uscita MOSFET di Classe A, ma allo stesso tempo con la dolcezza di uno stadio di ingresso a valvole di Classe A. Inoltre l’utilizzo di una sezione di uscita a transistor gli conferisce un ulteriore punto di precisione e definizione: la sintesi perfetta di un’architettura ibrida a valvole. Unison Research Unico Primo è un’elettronica con topologia circuitale ibrida, includendo quindi sia dispositivi “a stato solido”, in regola generale caratterizzati da una maggiore capacità di erogazione di corrente e da un migliore controllo della risposta in basso, ed i loro omologhi sotto vuoto, che invece generalmente fanno la differenza per una superiore musicalità (dovuta alla preminenza, nel loro tasso di distorsione armonica, di quegli armonici di ordine pari che tanto piacciono al nostro cervello), principalmente nello spettro medio e, soprattutto, alto, come così come una risposta più rapida grazie alla sua virtuale assenza di ritardi.

La migliore combinazione possibile nell’ambito di un progetto 100% High End,  in cui anche il rapporto qualità/prezzo è fondamentale, è rappresentata da l’uso di dispositivi a vuoto nella sezione di ingresso e dispositivi a stato solido nella sezione di uscita, esattamente come in questo Unison Unico Primo che conta di un doppio triodo ECC83/12AX7 nello stadio di ingresso e un Mosfet in classe A Dinamica per la sezione di uscita, uno schema che consente di migliorare l’efficienza della potenza di gestione del segnale senza penalizzare il suono. Per quanto riguarda la sezione di alimentazione, hanno utilizzato un trasformatore (toroidale e incapsulato) e condensatori di filtraggio più potenti per migliorarne dinamica, risposta dei bassi e capacità di attacco. Unico Primo prevede anche un’uscita stereo attiva a bassa impedenza per il collegamento di un subwoofer, alla quale si aggiunge la possibilità di convertire uno degli ingressi di linea in un ingresso phono tramite l’installazione di una scheda RIAA opzionale.

Filosofia km 0

A partire dalla filosofia dell’ingegnere, nonché fondatore di Unison Research, Giovanni Maria Sacchetti, anche questo Unison Unico Primo gode della particolare predilezione per l’elettronica integrata, non solo per il risparmio economico e di ingombro che comporta ma, soprattutto, perché consente di ottimizzare l’integrazione delle diverse sezioni che la compongono, minimizzando al massimo il percorso del segnale. Il tutto a mantenere il più possibile una coerenza timbrica omogenea.
Ciò che d’altra parte però si può complicare è la progettazione interna: le sezioni non devono interferire tra loro. Ed è proprio in questo che la storica azienda italiana rivela la sua solida esperienza consolidata in decenni di realizzazioni HiFi.

Una filosofia che si combina con un’altra per definire la personalità di Unison Research: l’utilizzo di componenti a “kilometro zero”, che in questo caso significa “raggiungibili nel raggio di 2 ore in auto” dalla sede del marchio nel prospero nord-est italiano.
Come tutte le realizzazioni del brand Unison Research è progettato e prodotto in Italia, nei laboratori trevigiani, da un team di esperti ingegneri nonché grandissimi appassionati di musica. Ogni fase della realizzazione avviene all’interno della sede di Unison Research, dalla ricerca e sviluppo, così come l’assemblaggio, i test… Dal 1987 con una filosofia artigianale.

“Il risultato sonoro dell’Unico Primo deve essere descritto come schietto, energico e preciso, senza tralasciare un potente tocco di calore. Insomma, siamo di fronte a un prodotto che giustifica fino all’ultimo euro investito nel suo sviluppo.”

Design Made in Italy!

Anche l’occhio vuole la sua parte! Unison Unico Primo, come il resto della linea Unico d’altronde, è caratterizzato da linee eleganti e discrete, seppur con una bella punta artigianale, che si riallaccia a quanto consueto nella produzione di elettroniche Unison Research.
Il telaio è realizzato in alluminio lucidato e funge da efficace dissipatore di calore, con feritoie nel pannello superiore che ne aumentano ulteriormente la dissipazione termica. L’alloggiamento sottile, è disponibile in due diverse finiture: il classico Silver e l’elegantissimo nero. Nel complesso il suo aspetto si avvicina moltissimo a quello del lettore CD Unico CD, il che rende molto consigliato l’abbinamento, anche impilandoli l’uno sull’altro.
Unison Unico Primo viene fornito con un telecomando dall’aspetto solido ed accattivante, un solido pezzo di legno splendidamente rifinito. La batteria è inserita nel circuito e il coperchio è avvitato: molto meglio di quei telecomandi in plastica con copribatteria che si agganciano e iniziano a cedere dopo pochi anni di utilizzo.

Come migliorane le prestazioni

L’Unico Primo è predisposto per il bi-wiring, sul retro presenta 4 morsetti di alta qualità.

Di serie il Primo è un amplificatore a livello di linea, con un totale di quattro ingressi di linea e un ingresso Tape. Ma ci sono un paio di funzionalità aggiuntive che risultano davvero interessanti: in primis uno dei suoi ingressi di linea può essere convertito, tramite l’inserimento del modulo RIAA opzionale, in un ingresso phono MM/MC. Tale ingresso fono è già identificato sul pannello posteriore ed è contrassegnato sul selettore della sorgente. Qualora non si scelga questa opzione, l’input rimane un ingresso di linea standard.

Degli ottimi abbinamenti in termini sonori li troviamo con essere con Kef R3 Meta, Kef LS50 Meta, Opera Prima o Dynaudio Evoke 10.

Per il collegamento di tali speakerconsigliamo cavi potenza di alta qualità come possono essere ShawlineX o addirittura EpicX entrambi della casa inglese Chord Company.

Completa il pannello posteriore una presa di alimentazione IEC di tipo C19 per la quale raccomandiamo sempre cavi dello stesso livello.

Per una corretta e più sicura distribuzione della corrente ai componenti del nostro sistema HiFi, si può ricorrere a strumenti multiprese di alimentazione PowerHAUS sempre di Chord Company.

SPECIFICHE TECNICHE

Specifiche tecniche

Potenza di uscita: 80W

Stadio di uscita: POWER MOSFET

Polarizzazione: Classe A Dinamica

Stadio di ingresso: a Triodi in Classe A

Valvole: 1 x ECC83 (12AX7)

Sensibilità: 260mV

Impedenza di ingresso: 50 kΩ / 47 pF

Risposta in frequenza: -0.1dB@10Hz / -0.5dB@100kHz

Rapporto segnale/rumore: 90dB

THD: 0.15% @ 10W,1kHz

Fattore di retroazione: 10 dB

Fattore di smorzamento: >50

Ingressi: 5 RCA ( 1 phono opzionale ) , 1 tape RCA

Uscite:1 tape RCA, 1 subwoofer RCA (stereo)

Assorbimento di potenza: 380W max

Dimensioni: 43.5 x 43 x H 9.5 cm

Peso netto: 14 kg

STADIO PHONO (opzionale) 

Impedenza di ingresso: 47 kohm / 220 pF (MM) – 100 ohm / 440 pF (MC)

Guadagno: MM 40 dB, MC 50 dB

Selezione del guadagno: +0 dB / +10 dB

Massima tensione di ingresso: 120 mV @ 1kHz (MM)

Equalizzazione RIAA: attiva alle basse frequenze, passiva alle alte frequenze

THD: 0.09% @ 5mV, 1kHz, MM

Forse cercavi questi...

preloader