Recensione Cyrus One HD by Qobuz

    Recensione Cyrus One HD. Qobuz, noto servizio di streaming musicale, ha voluto dire la sua in merito alle prestazioni del Cyrus One HD. A seguire le traduzioni dei passaggi più rilvevanti. (qui trovate invece la versione originale).

    Una scelta seria per gli audiofili

    Cyrus Audio ha iniziato nel Regno Unito con il lancio dell’amplificatore Cyrus ONE originale nel 1984 e da allora l’azienda si è guadagnata la reputazione di designer e produttore innovativo di dispositivi audio Hi-Fi economici e di alta qualità. Dopo aver notato il Cyrus One HD durante il Florida Audio Expo abbiamo deciso di “studiare” più da vicino il prodotto.

    Imballo e prima impressione

    Aprire un prodotto di fascia alta nel mondo dell’Hi-Fi dovrebbe essere un’esperienza, già di per sé, gratificante. Il packaging di questo Cyrus non delude le aspettative. La protezione in schiuma rigida tutela ottimamente il prodotto e, più in generale, si nota una particolare cura nei dettagli dell’imballo.

    L’impatto estetico è notevole grazie ad un ingombro ridotto e un design elegante. Con un peso di circa 6 kg e una potenza di 100 watts per canale a 6 Ohm fa capire che di ridotte ci sono solo le dimensioni, non certo le prestazioni.

    Il suono

    Abbiamo iniziato a testare il Cyrus One HD con i diffusori Monitor Audio Bronze 1 più vecchi ma molto affidabili, per poi passare a Monitor Audio Silver 50s più piccoli ma più precisi e potenti. Da sottolineare la facile connettività bi-wiring nel collegamento con i diffusori. 

    Usando Qobuz tramite Audirvana Plus 3 su un Mac mini, abbiamo iniziato ascoltando il debutto eponimo di James Blake del 2011 e siamo rimasti colpiti dal palcoscenico, dai transienti e dal campo stereo in mostra. Gli alti risuonavano con chiarezza e spazio e l’amplificatore rendeva accuratamente l’uso dell’album di registrazioni elaborate e combinate con ampi effetti di riverbero digitale.

    Successivamente, la canzone “Les Aphides” del gruppo elettronico canadese Coldwave Essais Pas ha messo in luce il meglio della gamma media e bassa. I kick-bass hanno suonato magnificamente nella gamma di frequenze 70-180 hz e sono stati completati dalla gamma alta dei diffusori.

    Dopo di ciò, ONE HD ha gestito le sfumature della voce di Julia Jacklin nella sua nuova canzone “Body” con dettagli impressionanti facendo emergere l’emozione della performance.

    Nel complesso, siamo rimasti molto soddisfatti delle capacità dell’unità in un ascolto iniziale.

    Input

    Per l’audiofilo che desidera una soluzione all-in-one per l’installazione stereo domestica è difficile immaginare una soluzione più elegante del Cyrus One HD. L’unità include quattro ingressi digitali (USB asincrono, ingressi ottici e SPDIF, nonché Bluetooth AptX HD) e quattro ingressi analogici, compresi i terminali RCA con uno stadio di pre-amplificazione fono per un giradischi e un ingresso AV per l’integrazione con un amplificatore separato*.
    La versione Cyrus One (non HD) più economica include i quattro ingressi analogici e l’ingresso Bluetooth, ma rimuove gli altri ingressi digitali.

    Il collegamento di una sorgente di alta qualità tramite gli ingressi analogici riesce a sfruttare a pieno le potenzialità dell’amplificatore. Il pre-amplificatore phono è di ottimo livello, e per molti utenti finali eliminerà completamente il desiderio di acquistare un pre-amplificatore phono esterno.

    Abbiamo provato ad ascoltare il disco in vinile del gruppo musicale pop punk Antarctigo Vespucci 2018, Love in the Time of Email. Un disco molto particolare che beneficia dell’amplificazione che farà emergere i dettagli nei transienti e nella microdinamica. L’HD non ha deluso e il disco non ha mai suonato meglio.

    * Il guadagno dell’ingresso AV può essere regolato tramite l’app ONE Remote, disponibile su iOS e Android. Abbiamo testato l’app per questa recensione e l’abbiamo trovata semplice, ben progettata e facile da usare.

    Conclusioni Recensione Cyrus One HD

    In generale, consigliamo vivamente Cyrus ONE e ONE HD per tutti coloro che desiderano combinare la praticità e il suono di alta qualità ad un prezzo relativamente conveniente. Acquistare separatamente unità indipendenti con tutte le funzionalità di ONE HD, allo stesso livello del ONE HD potrebbe facilmente costarvi diverse migliaia di dollari. Inoltre il sistema “Speaker Impedance Detection” assicura che l’unità funzioni bene con qualsiasi sistema di altoparlanti. Non ci resta che fare un caloroso applauso al marchio inglese ed ai suoi prodotti.