Opera Callas Diva – Diffusore compatto da pavimento HighEnd

5.00 su 5

9.450,00

Seleziona una variabile per conoscere la data di consegna stimata

Opera Callas Diva è il diffusore tre vie da pavimento più compatto delle celebre serie del produttore italiano. Grazie alla costruzione artigianale, con cabinet tradizionali, eleganti e di gran classe, e grazie alle sue prestazioni, si colloca allo stesso livello del modello Grand Callas ma con una sensibile riduzione dell’ingombro ed un significativo aumento della versatilità di posizionamento in ambiente.

Opera Callas Diva – prestazioni High End con nessun ingombro

Opera Callas Diva sono i diffusori di mezzo dell’omonima serie, punta di diamante della produzione dell’azienda 100% italiana Opera Loudspeakers. Collocandosi subito sopra ai diffusori da scaffale Opera Callas, si tratta di uno speaker tre vie da pavimento, dalle dimensioni più contenute rispetto alle top di gamma Grand Callas. È progettato infatti per l’uso in stanze d’ascolto più piccole grazie alla riduzione dei livelli di volume e ha un design flessibile che può adattarsi facilmente a diversi ambienti, fornendo prestazioni audio naturali e dinamiche. Come per il resto della linea presenta condotti Reflex posteriore.

È evidente l’intenzione di mantenere tutte le migliori caratteristiche del modello superiore per offrire un suono completo e di alta qualità, il tutto all’interno di un mobile più compatto, esteticamente piacevole e anche con un rapporto qualità – prezzo particolarmente interessante. Il risultato è un palcoscenico sonoro che si espande in tre dimensioni con un’eccellente risposta ad impulso e potenza, una buona dinamica ed una notevole estensione alle basse frequenze, identificandosi come il migliore della sua categoria.

Una delle particolarità caratteristiche di questi speaker è il sistema di radiazione posteriore che utilizza due tweeter collegati come dipolo naturale. L’esecuzione di dipolo è praticamente indistinguibile dalla tripletta utilizzata sulle precedenti Grand Callas, rinnovate, come il resto della serie, nel 2014.

La radiazione posteriore alimenta il campo riflesso senza interferire con il suono diretto, preservando l’accuratezza della risposta transitoria. La radiazione posteriore bilancia la risposta di potenza e aumenta la “brillantezza” che è una qualità relativa alla percezione dei dettagli del suono. Migliorare la percezione dei dettagli significa migliorare la percezione dello “spazio”.

Questo dimostra che Opera Callas Diva rappresentano il giusto equilibrio tra la tradizione e l’innovazione: da un lato la costruzione a mano nei lori laboratori a Treviso, con un’attenzione al dettaglio maniacale, utilizzando legni e materiali pregiati e attentamente selezionati, dall’altro i loro progetti vantano tecnologie HiFi di altissimo livello.

Sostanzialmente un’eccellenza made in Italy dal 1989 che porta il piacere d’ascolto nelle nostre case, con un timbro caldo ma mai affaticante.

“Perché usare un tweeter quando puoi averne tre?”

Woofers

Il diffusore da pavimento Opera Callas Diva monta un woofer a lunga gittata da 8 pollici per la gamma bassa, accordato in bass reflex posteriore, dotato di un’escursione che solo dieci anni fa nessuno si sarebbe sognato nemmeno di ipotizzare. La gamma media è invece gestita da un driver mid-range appena più piccolo, da 7 pollici, costituito da una membrana di polipropilene ricotto irrigidito tramite lavorazioni particolari.

Generalmente un altoparlante con un cono così rigido soffre di risonanza alle alte frequenze, i progettisti di Opera Loudspeakers sono riusciti a gestire questo problema, senza sacrificarne minimamente la resa finale, che viene definita infatti come “una gamma media importante“.

Tweeter

Ma la vera particolarità di questo diffusore è rappresentato dalle alte frequenze. Il tweeter Scanspeaker 9700 da 1 pollice, famoso per la doppia camera posteriore e per l’assenza totale di olio ferromagnetico nel traferro, mantiene le stesse caratteristiche di incredibile qualità sonora ed affidabilità del Grand Callas.

Il sistema di radiazione posteriore utilizza 2 tweeter configurati come un dipolo naturale che è quasi identico a quello utilizzato sul Grand Callas. Progettato con il fine di alimentare il campo riflesso, senza però interferire con il suono diretto, preserva l’accuratezza della risposta ai transitori, migliora il dettaglio del suono e crea un palcoscenico aperto.

Cross-Over

Come sempre i filtri crossover di Opera Loudspeakers risultano davvero ben ingegnerizzati. In questo caso è realizzato con componenti di buon livello qualitativo, tra cui condensatori Mundorf e resistori MOX, e comprende anche un filtro passa-alto per i due tweeter posteriori. La frequenza di crossover tra tweeter e midrange è fissata a 2.000 Hz, ed è possibile solo grazie all’ampissima risposta in frequenza del tweeter. Il risultato è una sovrapposizione estremamente naturale. La frequenza di taglio del woofer invece è dichiarata a 200 Hz.

Sulla parte posteriore troviamo inoltre tre porte reflex, che possono essere riempite con i cilindri di poliuretano in dotazione, e due coppie di morsetti che consentono la biamplificazione e il bi-wiring.

Look tradizionale

Il look è quello tipico di Opera: sobrio, particolare e che trasmette un senso di notevole solidità ed eleganza, senza particolari esagerazioni stilistiche. I mobili sono realizzati in MDF e multistrato curvato impiallacciato, lo spessore varia da 25 mm per i lati, a 50 mm del pannello frontale.

Le finiture sono disponibili in due tonalità: Noce e Mogano. In ogni caso il pannello frontale sfaccettato e quello posteriore sono rivestiti in pregiata pelle nera, mentre la parte superiore è nero laccato.

Il profilo piramidale della Callas Diva fornisce un fantastico assorbimento della risonanza con conseguente massima chiarezza. Inoltre l’interno del cabinet, oltre ad essere rinforzato per collegare le quattro pareti verticali, è ulteriormente smorzato.

Questo diffusore da pavimento, nella miglior tradizione della casa trevigiana, seppur gentile all’ascolto è pesante: si tratta di 65 kg l’una. Infatti la base di queste Calla Diva è costituita da una pesante struttura metallica ove si fissano le punte, che gli conferisce grande stabilità.

La loro potenza e le loro dimensioni li rendono adatti a sonorizzare in maniera sublime ambienti di medio-grandi dimensioni.

Attenzione però che, come sempre con gli altoparlanti, il posizionamento e l’acustica della stanza giocano un ruolo importante bel risultato finale: posiziona questi diffusori ad almeno 10 centimetri dalla parete di fondo ed i Calla Diva ti ricompenseranno in resa acustica!

“La via bassa porta ad una pressione possente ma mai fuori dalle righe. La gamma media pulita e la gamma altissima molto ben articolata completano il quadro.”

Opera Callas Diva: Risultato sonoro

Il costruttore dichiara che questo modello ha le stesse prestazioni timbriche del modello superiore, Grand Callas, avendo in dote gli stessi driver, il tutto in una configurazione più snella e versatile.

Il cabinet della Callas Diva è sagomato per garantire che sia possibile raggiungere una “posizione di ascolto ravvicinata” in modo che l’ascoltatore possa sedersi a una distanza di un metro e mezzo dall’altoparlante e godersi un palcoscenico sonoro tridimensionale. Questo rende il diffusore altamente versatile a diverse situazioni. La risposta delle basse frequenze può essere modificata anche chiudendo la porta reflex, aumentando ulteriormente la flessibilità di posizionamento degli speaker.

Il suono complessivo dei diffusori di tutta la linea Callas è caldo, con una buona dinamica e una gamma media dolce. Il risultato è così ben bilanciato da presentare un palcoscenico sonoro in grado di far scomparire gli altoparlanti nella stanza, lasciando solo pura performance musicale.

Nello specifico il palcoscenico sonoro dei diffusori da pavimento Callas Diva è tridimensionale, ricco in potenza e dinamica, con un ampia estensione alle basse frequenze che si rivelano rotonde e ben smorzate. La resa, per quanto riguarda il dettaglio, è da brividi, con una naturalezza di emissione ed una articolazione veramente considerevoli soprattutto nella porzione di frequenze medie. La miglior qualità forse però è proprio la gamma altissima di questo tweeter: pulita, mai faticosa e sempre molto estesa, con pochissima enfasi. I tweeter posteriori aiutano a produrre un palcoscenico notevolmente più ampio della media, senza mai risultare troppo aspri, anzi la tendenza di Calla Diva è sempre quella di accarezzare l’ascoltatore con la sua dolcezza.

Maria Callas

Il nome di questi diffusori è un omaggio ad uno dei soprani più famosi della storia, un’artista dal timbro unico, dalla grande estensione e notevole potenza. Tutte caratteristiche agevolmente attribuibili al sistema trevigiano, che dimostra inoltre grazia, eleganza e raffinatezza, come si addice ad una grande interprete femminile. Esattamente come Maria Callas questo speaker ha un carattere forte, ma sa anche andare in profondità come fosse un baritono, il che lo rende davvero completo.

Maria Anna Cecilia Sofia Kalos, nata a New York da genitori greci, italianizzata a partire dal 1947 grazie alla sua fiorente carriera, viene da sempre  considerata come una delle voci femminili più talentuose della storia.
I diffusori da pavimento di questa azienda italiana, ormai nota in tutto il mondo, grazie alle caratteristiche acustiche sono meritevoli del nome che portano: il nome di una voce diventata leggenda grazie al successo artistico ma anche ad un’esposizione mediatica che ha costruito attorno a lei un mito, facendola diventare una vera e propria Diva.

Abbinamenti

Opera dichiara per il modello Callas Diva una risposta in frequenza che va da 30 Hz a 25 kHz, un’impedenza nominale di 4 Ohm ed una sensibilità di 90 dB. Grazie a queste sue caratteristiche non necessita di grandissime quantità di potenza, ma certamente, per farle esprimere al loro meglio, occorre scegliere un amplificatore di livello qualitativo elevato. Tutta l’articolazione e la pulizia del diffusore andrebbero altrimenti perse.

L’abbinamento con le amplificazioni Unison Research è ormai noto oltre che consigliato, ma volendo abbinare un’amplificazione più neutra per far esprimere solamente questi speaker già caratterizzati da un suono “caldo ed avvolgente” consigliamo l’integrato  H190, ma per chi desiderasse maggior potenza potrebbe optare per il modello superiore H390.

Un altro match caldamente consigliati lo si trova in Cyrus i9 XR, contraddistinto dal suo tipico suono inglese. Per gli amanti dei bassi e per i più smanettoni Cambridge propone Evo 150 un amplificatore dotato di streamer che si abbina benissimo con il look di questi speaker.

Per quanto riguarda i cavi potenza consigliamo Chord Company, il marchio leader nella progettazione di cavi HiFi. In questo caso, raccomandiamo le linee ClearwayX e ShawlineX per ottenere il massimo delle performance da amplificatore e diffusori.

Infine, per migliorare ulteriormente il risultato di questi diffusore i prodotti IsoAcoustics sono progettati per isolare i componenti da risonanze indesiderate. Nello specifico, per un risultato più trasparente, brillante ed un palcoscenico più profondo consigliamo l’utilizzo di un set di Gaia I per diffusore.

SPECIFICHE TECNICHE
  • Dimensioni: 116 x 37 x 53,5 cm (HxLxP)
  • Peso: 65 kg each, base inclusa
  • Sistema: tre vie da pavimento, Reflex con sistema di radiazione posteriore (dipolo)
  • Finiture: Mogano laccato / Noce laccato
  • Altoparlanti Frontali: 1 woofer da 8″ a lunga escursione; 1 midrange da 7″ con membrana in polipropilene ricotto e ogiva; 1 tweeter Scanspeak 9700 da 1″ senza ferrofluido, doppia camera di decompressione
  • Risposta in frequenza: 30 – 25000 Hz
  • Cross-over: 12 dB/ott. per il woofer; 12 dB/ott. per il midrange; 12 dB ott. per il tweeter frontale; 12 dB/ott. per i tweeter posteriori; 200 e 2000 Hz (circa)
  • Potenza massima: 240 Watt (senza clipping)
  • Sensibilità: 90 dB/2.83 V/1 m
  • Impedenza nominale: 4 Ohm (Zmin > 3 Ohm)
  • Posizione in ambiente: almeno 10 cm dalla parete di fondo

Forse cercavi questi...

preloader